Sbocchi lavorativi

antartide_2

 

La Laurea in Scienze Geologiche fornisce la preparazione necessaria per operare in una vasta gamma di settori lavorativi nei quali le Scienze della Terra trovano comunemente applicazione.

 

 

In particolare i maggiori settori d’impiego sono:

  • studi professionali di ingegneria civile e di geologia applicata
  • studi e società di ricerca sulle acque superficiali e sotterranee
  • società operanti nel campo della gestione territoriale
  • servizi geologici nazionali e gli enti locali (Regioni, Province, Comuni, Comunità Montane)
  • società di ricerca petrolifera e di gas naturali
  • società di prospezione geologica e di ricerca mineraria
  • enti di ricerca, inclusi quelli operanti nel campo del rischio geologico (es. INGV)
  • società informatiche operanti nel campo della cartografia digitale
  • laboratori e imprese operanti nel campo del restauro e valorizzazione dei beni culturali
  • aziende nazionali e internazionali per l’ambiente
  • imprese pubbliche e private di esecuzione di infrastrutture.

La Laurea dà inoltre accesso all’Esame di Stato per l’iscrizione alla sezione Junior dell’Ordine Nazionale dei Geologi, necessaria per svolgere attività di tipo libero-professionale.

I laureati nel corso di Laurea Magistrale in Geoscienze per lo Sviluppo Sostenibile potranno esercitare attività nei seguenti campi:

  • programmazione, direzione di lavori, collaudo e monitoraggio di interventi geologici a tutela del territorio
  • indagini geognostiche e geofisiche per l’esplorazione del sottosuolo e per la definizione dell’appropriato modello geologico-tecnico e la pericolosità geologica
  • cartografia geologica di base e tematica, inclusa la cartografia informatica ed i sistemi informativi territoriali
  • prospezione geologica del sottosuolo per il reperimento, lo sfruttamento, lo stoccaggio e la protezione di risorse geologiche energetiche e non energetiche
  • studi per la valutazione dell’impatto ambientale (VIA) e la valutazione ambientale strategica (VAS)
  • valutazione di pericolosità naturali
  • redazione, per quanto attiene agli strumenti geologici, di piani per l’urbanistica, il territorio, l’ambiente e le georisorse con le relative misure di salvaguardia
  • analisi, recupero e gestione di siti degradati e siti estrattivi dismessi mediante l’analisi e la modellazione dei processi geoambientali e relativa progettazione, direzione dei lavori, collaudo e monitoraggio
  • ricerca, caratterizzazione e restauro di geomateriali di interesse industriale e commerciale
  • valutazione e prevenzione del degrado dei beni culturali e ambientali e loro conservazione e valorizzazione